Bullismo e CyberBullismo

NOT BULLYING, YES EMPATHY!
Combattiamo il bullismo con l’empatia
In provincia di Varese un ciclo di serate per proporre un metodo innovativo per la prevenzione e sensibilizzazione contro il bullismo e cyberbullismo
Inizierà giovedì prossimo a Gallarate un ciclo di 4 serate organizzate dalla rete territoriale Varese per la prevenzione di fenomeni di bullismo NOT BULLYING, YES EMPATHY! promossa da Miur e Regione Lombardia, capofila l’istituto Comprensivo Gerolamo Cardano di Gallarate, per sensibilizzare e spiegare come riconoscere ed affrontare la piaga del bullismo e del cyberbullismo.
Alla rete (aperta ad altre adesioni) già oggi partecipano 7 amministrazioni comunali, 6 istituti comprensivi per un totale di oltre 20 plessi scolastici dalla scuola primaria alla secondaria, 2 associazioni genitori, oltre all’Università degli Studi dell’Insubria (Dipartimento Psicologia Clinica della Facoltà di Medicina e Chirurgia ed una Cooperativa Sociale, coordinatrice del progetto in affiancamento al capofila.
Sono circa 40 gli insegnanti coinvolti nel percorso di sperimentazione del progetto in provincia di Varese, formati nei mesi scorsi dallo staff del progetto
Questo esperimento si sta dimostrando particolarmente positivo. Ha immediatamente ottenuto l’interesse di numerosi Enti e osservatori che hanno già stimolato gli organizzatori di procedere a valutare di togliere la parola ”pilota” dal progetto e proporsi per sviluppare quella attività di sensibilizzazione e formazione purtroppo oggi indispensabile per contrastare al massimo il fenomeno.
Un parterre di ospiti d’eccezione per una formula assolutamente innovativa per trattare l’argomento. Si inizia con la proiezione del cortometraggio TAKE CONTROL del regista Marco Bitonti, ispirato dalle vicende della ormai famosa Carolina Picchio morta a 14 anni suicida per un viedo sul web.
Verranno trattati i diversi aspetti del problema, partendo dal punto di vista psicologico (trattato da Marco Bellani, direttore del Dipartimento di Psicologia Clinica dell’Università degli studi dell’Insubria), sociologico (Adriana Battaglia, da 15 anni impegnata a livello internazionale a promuovere e strutturare una rete contro il bullismo www.battagliacontroilbullismo.com) criminologico (Franco Posa, criminologo, medico e esperto europeo in neuroscienze forensi e criminali) e legale (Donatella Sportiello, avvocato) Indispensabile per contenere il problema l’applicazione di un approccio empatico relazionale. Ed allora la proposta che verrà presentata: il metodo TRI-PAX, sviluppato da Adriana Battaglia e già sperimentato da due anni neli istituti scolastici di Milano con il contributo di F.C. Internazionale e Fondazione Moratti, e oggi promosso da Unicef e Kivanis.
Un innovativo approccio all’argomento lo apporterà anche Norberto Midani, attore televisivo e di palcoscenico, che con i suoi contributi proporrà un nuovo metodo di comunicazione secondo lo spirito del metodo TRI-PAX.
ADRIANA BATTAGLIA, esperta europea sul Bullismo e Cyberbullismo, Presidente di “Frena il Bullo” e Titolare del metodo TRI-PAX, Tribunale della Pace, ed autrice di vari libri sull’argomento, dichiara: “comunicazioni massicce ed informazione sui fenomeni di bullismo e cyberbullismo sono sempre più frequenti. Carenti invece sono i metodi per contrastare questi fenomeni. Il TRI-PAX (Tribunale Pedagogico della Pace) si sta affermando nelle scuole europee e nazionali, riscuotendo notevole successo”.
VITO ILACQUA, dirigente dell’Istituto Comprensivo G. Cardano, dichiara: “La scuola non sta a guardare, e fa la sua parte con assunzione diretta di responsabilità attiva e consapevole”
Si inizia il 22 marzo a Gallarate, per poi proseguire il 27 marzo a Tradate, e, dopo Pasqua, il 12 aprile a Saronno ed il 17 aprile a Varese.